Probabilemente avrete visto questo titolo tra le pagine della cornaca romana. Sopratutto avrete letto il nostro nome nell’articolo. Il nostro sgomento, nato nella chat aziendale della BlackCar NCC, è diventato poi lo stupore degli organi di stampa. Noi ci battiamo per offrire un servizio pubblico non di linea che sia sempre migliore anche se siamo consapevoli, e non potrebbe essere altrimenti, che ci rivolgiamo ad una fascia di mercato più ristretta. Però ci chiediamo lo stesso come possa l’utenza del servizio di linea accettare qualcosa del genere. E’ un problema di degrado o semplicemente un problema culturale in una società civile sempre meno interessata al controllo del rispetto delle regole?

Contattaci